martedì 29 maggio 2018

Fermare il governo illegale di Cottarelli

di Osservatorio politico M5S

Il governo illegale di Cottarelli, l’uomo del Fondo monetario internazionale, deve essere fermato in parlamento in difesa della Costituzione e della volontà espressa nelle elezioni del 4 marzo dagli italiani e dalle italiane. Siamo di fronte a un grave pericolo per la democrazia.


Si tratta di un governo illegale in quanto prodotto da un colpo di Stato del presidente della Repubblica Sergio Mattarella che, al di fuori dei poteri che la Costituzione gli conferisce, ha rifiutato la nomina di Paolo Savona a ministro dell’economia. 

E, cosa in qualche modo ancor più grave, Mattarella si è arrogato il potere di imporre all’Italia una linea politica, nello specifico una linea politica a favore dell’Unione europea (ossia di fatto a favore della casta politico-burocratica di Bruxelles) e dell’euro.

La linea politica del nostro paese, in base alla Costituzione, deve essere decisa dal popolo sovrano, dal parlamento e dal governo nel rispetto dei principi fondamentali dell’ordinamento costituzionale e non certo dal presidente della Repubblica, e ciò a prescindere da come la si pensi sull’Unione europea o sull’euro. L’Italia è una repubblica parlamentare e non presidenziale.

Il governo di Cottarelli e della sua corte di burocrati organici a quel sistema che gli italiani e le italiane vogliono radicalmente cambiare deve essere fermato: il Movimento 5 Stelle, ogni singolo portavoce, è chiamato con determinazione a fermare e combattere tale governo in difesa della Costituzione e della sovranità del popolo italiano.

E qualsiasi strategia sarà quella giusta se il Movimento riuscirà a fermare il governo di Cottarelli.

Già il 14 maggio sulle pagine dell’Osservatorio avevamo spiegato Perché Mattarella è un pericolo per l’accordo Di Maio Salvini: quanto accaduto il 27 maggio non ha fatto che confermare quanto scritto a suo tempo.

Nessun commento:

Posta un commento