sabato 7 luglio 2018

Lo strano attacco del Times al M5S

di Osservatorio politico M5S


Dall'Inghilterra è arrivato uno strano attacco al Movimento 5 Stelle da parte del Times: cerchiamo di capirne le reali ragioni.

.


Di recente il Times ha affermato che gli inglesi avrebbero contratto il morbillo in Italia e si è permesso di attaccare il Movimento 5 Stelle e la Lega per la posizione favorevole alla libertà di cura.

Intanto va precisato che il Movimento 5 Stelle non è assolutamente contrario alle vaccinazioni, ma è semplicemente favorevole a una politica che informi le persone e le convinca a vaccinarsi, piuttosto che a una politica dell'obbligo.

Ma come fanno poi gli inglesi, se sono vaccinati contro il morbillo, a contrarlo in Italia? Se invece i turisti inglesi non sono vaccinati, allora il Times dovrebbe eventualmente invitarli a vaccinarsi e non preoccuparsi del nostro paese.

Un morbillo che peraltro viene ormai presentato come la “peste nera”, quando sino a non molti anni fa era considerata una malattia che i bambini potevano contrarre e superare senza troppi problemi.

L’attacco insensato del Times non deve sorprenderci, perché non fa che esprimere una diffusa avversione dei mass-media per il Movimento, avversione che già vent’anni fa Gianroberto Casaleggio prevedeva: “Nel prossimo futuro vi sarà una tensione inevitabile tra democrazia diretta e democrazia rappresentativa e vecchi media, tv e giornali, che potrà rallentarne l’avvento” (cit. da Il Web è morto, viva il Web). Facciamo paura anche perché il nostro obbiettivo è la democrazia diretta, la reale partecipazione di tutti i cittadini alla vita pubblica.

Nei prossimi giorni, come dichiarato dalla portavoce Giulia Grillo, ministro della salute, sarà peraltro presentata una legge di iniziativa parlamentare da parte del Movimento 5 Stelle e della Lega per il superamento della legge Lorenzin (vedi conferenza stampa del 5 luglio 2018 tenuta dal ministro della salute e dal ministro dell’istruzione sul tema delle vaccinazioni obbligatorie, in part. dal minuto 18.50).



9 commenti:

  1. ma gli inglesi chi? quelli del piccolo Alfie?

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Se qualcuno è informato fine al fondo sul caso di "Alfie" e sono consapevole delle fondazione di tutto ciò che ha successo, devono essere anche consapevole del fatto che questi fondazioni sono anche in Roma. Oltre di questo, in questa MATRIX brevettato "UMANITÀ" una persona saggia e intelligente non guarderà le paesi o popolo come i fonti delle notizie, ma faranno una ricerca profonda di vedere e capire come tocca interno di loro casa. Qualcuno qui in Italia era con gli Inglese avanti l'ospedale provando di tenere la libertà di Alfie?

      Elimina
  2. Mi scusi ma dove vede che la ministra Grillo sta vincendo la battaglia? Da quello che dice, questa signora, mi sembra dalla parte del totalitarismo, altro che storie....

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie per il suo commento. La ministra Grillo, sul punto, finora non ha brillato in effetti per chiarezza e determinazione

      Elimina
    2. Ecco appunto,noi aspettiamo ma se prima non avevo dubbi ultimamente qualcuno me ne è venuto...ero 5 stelle ma ora forse sto più dalla parte di salvini che ha sicuramente un modo più diretto e schietto

      Elimina
    3. Il volta e gabbana del ministro dopo la sua elezione non fa che creare sconcerto e perplessità... prima delle elezioni predicava la libera scelta ora cosa è cambiato? è troppo chiedere un pò di coerenza al movimento che è stato votato da molti proprio nella speranza e nel rispetto di una libertà negata dal decreto Lorenzin?

      Elimina
  3. Spero che il ministro Grillo non ci deluda e che agisca in maniera onesta e civile e modifichi la legge Lorenzin.

    RispondiElimina
  4. Ministro pensa che siamo tutti analfabeti in tema di vaccini??Il video dove dichiarava peste e corna su vaccini e conflittio di interessi è sulla rete ed è condiviso continuamente sui social..a questo punto farebbe meglio a dimettersi!

    RispondiElimina