domenica 5 agosto 2018

Il M5S è per la libertà di cura (vaccinazioni comprese)


Si è scatenato in queste ore un attacco di ampia portata contro il Movimento 5 Stelle portato avanti da tutte le forze che rappresentano il vecchio regime sotto le insegne delle vaccinazioni obbligatorie.



Così, per esempio, il presidente della Federazione nazionale degli ordini dei medici chirurghi e degli odontoiatri, tale Filippo Anelli, contro l’emendamento che fa slittare di un anno l’obbligo vaccinale come condizione per l’ingresso ai nidi e alle scuole dell’infanzia, ha affermato: «Non risponde all’evidenza scientifica circa la necessità delle vaccinazioni. Lanciamo un appello al Parlamento perché rispetti la scienza».

Ora, a parte il fatto che è notorio che la medicina non abbia a rigore statuto di scienza (diversamente dalla fisica o dalla chimica per esempio), il Parlamento è comunque chiamato in primo luogo a rispettare e a difendere la libertà dei cittadini e delle cittadine, quella libertà che è un supremo valore costituzionale della nostra Repubblica.

Più in generale, a prescindere dalla questione delle vaccinazioni, vale la pena ricordare come la medicina rischi sempre di trasformarsi in un potente strumento di controllo sociale, cosa chiaramente intuita già negli anni Settanta dal sociologo statunitense Irving Zola.

La stampa di regime (con Repubblica e Corriere della sera in testa) ha dato grande risalto a quelle due voci interne al Movimento (mi riferisco a quelle di Elena Fattori e di Giorgio Trizzino) contrarie alla libertà di cura, arrivando falsamente a parlare di un Movimento 5 Stelle “diviso”, di “fronda interna” al Movimento, e cose simili.

Siamo di fronte a una evidente manipolazione della realtà che ha come finalità quella di destabilizzare a attaccare il Movimento 5 Stelle, un Movimento che è invece compattamente a favore della libertà di cura, anche in relazione alle vaccinazioni, un Movimento che è sempre dalla parte della libertà dei cittadini e delle cittadine. Essere dalla parte della libertà di cura non significa assolutamente essere contro le vaccinazioni: il Movimento non è contro le vaccinazioni, fondamentale strumento di prevenzione, ma è contro quell'obbligatorietà imposta dal governo del Partito democratico e da Beatrice Lorenzin.

La portavoce Giulia Grillo, ministro della salute, è intervenuta sul tema dell’obbligatorietà delle vaccinazioni con un post di poche ore fa che ha suscitato migliaia di commenti critici da parte degli elettori del Movimento 5 Stelle, molti dei quali si sentono traditi dalle sue parole. In realtà il post, è importante sottolinearlo, non è a favore dell’obbligatorietà delle vaccinazioni per come concepita dalla legge Lorenzin e andrebbe letto con maggiore attenzione.


 


46 commenti:

  1. Grazie era ora che si facesse chiarezza,molti elettori sono delusi.....coloro del movimento che si dissociano e rilasciano interviste per screditare il movimento dovrebbero essere messi fuori.....il movimento ha fatto un programma e tutti siamo stati chiamati a votarlo,chi lo ha votato,una volta approvato non può poi mettere lo stesso programma in discussione e dichiarare di dissociarsi,o dentro o fuori

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie per il suo commento. Capiamo la sua posizione e anche all'interno della nostra associazione è emersa qualche perplessità, ma ricordiamo che il Movimento 5 Stelle, come comunità degli attivisti e delle attiviste, è compattamente a favore della libertà di scelta

      Elimina
    2. Attivista pentastellata e fiera

      Elimina
    3. Grazie per la precisazione. Vorrei chiedere alla ministra Giulia Grillo se ha effettuato le vaccinazioni in gravidanza, che ora sono consigliate.

      Elimina
  2. Pentastellata e liberta' di scelta. Confido in risvolti ulteriori del Ministro Grillo!

    RispondiElimina
  3. sarò curioso di vedere cosa si intende per obbligatorietà flessibile e che fine faranno le sanzioni.
    grazie x l'articolo

    RispondiElimina
  4. Difatti ci attendiamo una piu chiars se non definitiva presa di posizione da parte del Governo per la libertà di cura e l'eliminazione della legge Lorenzin. Purtroppo ciò non accade ed ecco i dubbi e le perplessità di molte persone. Come si sa, il sistema ha il potere finanziario di influenzare politici e Governi. Quindi attendiamo alla finestra

    RispondiElimina
  5. Condivido in pieno il vostro post, ma il ministro continua ad essere estremamente ambigua, quando dice di essere un medico, si erge automaticamente come portatrice di verità, senza sapere che come voi bene avete spiegato, di verità ne esistono molte.

    RispondiElimina
  6. Il bel discorso intelligente onesto e chiaro che ha fatto la Grillo un anno fa per contrastare il decreto Lorenzin era ben diverso da ciò che scrive ora...ecco perché gli elettori si sentono traditi..

    RispondiElimina
  7. Finche non cambieranno la legge,purtroppo ancora
    non si capisce cosa vuol fare la Grillo.

    RispondiElimina
  8. Da attivista anche io sto soffrendo,e quello che si percepisce è meno di ciò che si vede!Troppe ambiguità e passi indietro,troppa gente del movimento che si schiera contro la linea ed il programma...e questo purtroppo va contro l'immagine stessa del movimento!A volte sembra di sentire parlare esponenti di FI e PD....È per questo che la gente si confonde.....!Un medico deve dire che le vaccinazioni sono uno strumento utile di prevenzione deve dire che probabilmente hanno salvato tante vite...ma non può dire siano "acqua fresca" certo le reazioni avverse non ci sono per tutti,ma anche per quei pochi bisogna lottare!La loro vita vale forse meno di quella di un immunodepresso?In base a cosa si stabilisce chi abbia più diritto a vivere una vita normale?Non sono entrambi vittima di una fragilità?E perché per uno vale la tutela e per l'altro no?E perché per l'uno basta un semplice prelievo ed un certificato e per l'altro nessun medico si prende la briga di certificare una reazione avversa?Perché qui si tratta di appellarsi ai santi e sperare nel miracolo che qualcuno pensi prima al giuramento e poi alla sua carriera,visto che rischia la radiazione!E' una sanzione che tutela il bambino che non può essere sottoposto più a vaccinazione? Chi garantisce per la sua salute?Il genitore che lotta ogni giorno per riportarlo alla vita,visto che il consenso deve darlo lui e il medico non ha responsabilità?Perché ostinarsi a negare oltre l'evidenza?Oltre una legge che prevede un rimborso?Perché nessuno si rende conto che nessun rimborso restituisce un figlio? Qualcuno all'interno del movimento si è permesso di dire di aver visto morti per morbillo ma non per conseguenze vaccinali...questo qualcuno,si è chiesto come vivono dei genitori accanto a un figlio danneggiato?Si è chiesto come vive quel bambino?È vero forse non è morto,ma lui sa che un genitore muore ogni giorno davanti ad una vita distrutta da una scelta che ti vendono come una soluzione se ami i figli e si rivela come macigno che porti dentro ogni giorno?Tu aguzzino di tuo figlio!Lui non lo sa.....perché suo figlio non era uno su.....suo figlio ha avuto una sorte diversa....e lui è sereno!Chi ha avuto già delle conseguenze non deve essere obbligato a sacrificare la sua vita!E se nessuno si prende la briga di fare un certificato....dovete guardarlo negli occhi e guardare negli occhi o genitori e dirgli che il suo sacrificio servirà e spiegargli a cosa!Ho le lacrime agli occhi perché io con questo macigno vivo ogni giorno!Soprattutto spiegategli perché la sua vita vale meno di qualunque altro bambino al mondo!Speriamo davvero che l'onestà che contraddistingue il movimento e per la quale lo difendo a spada tratta lo contraddistingua anche su questo tema

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Come nonna di un bambino rovinato dai vaccini,nato sanissimo, bellissimo,solare e vederlo spegnere giorno dopo giorno,sono d_accordissimo con lei.

      Elimina
    2. Nessuno mette in dubbio che i vaccini in passato hanno debellato epidemie, ma questo non vuol dire che si debbano fare tutti questi vaccini ai bambini e poi senza esami prevaccinali e tanti insieme E'una cosa assurda e la legge Lorenzin dev'essere assolutamente cambiata come d'altronde promesso in campagna elettorale e non nascondo che questo è stato uno dei tanti motivi per cui ho votato per il movimento cinque stelle.Spero che il ministro Grillo non deluda tanti che le hanno dato fiducia.

      Elimina
    3. Bambini
      NON somministri KONAKION a Bambini di Età Inferiore ad 1 ANNO . !
      ! ! ! ! MENTRE LO SOMMINISTRANO IN SALA PARTO AL NEONATO , APPENA NATO E ALLA MAMMA ! ! ! ! ! https://farmaci.agenziafarmaco.gov.it/aifa/servlet/PdfDownloadServlet?pdfFileName=footer_000108_008776_FI.pdf&retry=0&sys=m0b1l3

      Elimina
  9. A me sembra invece che il ministro Giulia Grillo sia stata più che esplicita nel dire che l'obbligatorietà delle vaccinazioni non è in discussione e c'è poco da spiegare ad una affermazione del genere. Avete preso centinaia di migliaia di voti proprio per le vostre posizioni contro il decreto Lorenzin e adesso avete paura a portare avanti ciò che avevate promesso. Solo Salvini ha avuto le palle di dire chiaramente che è una assurdità fate 10vaccini. Al prossimo giro sapete già dove andranno tutti quei voti dei delusi dal vostro atteggiamento...

    RispondiElimina
  10. L'ambiguità della posizione del M5S è la causa dello scontento dei suoi elettori. Io non ho letto alcuna chiara presa di posizione, ho letto invece un paciocco, l'ennesimo, dettato dal Ministro Grillo. Che a molti assomigli a : Non so che pesci pigliare. Non ci vuole molto per affermare che sono necessari vaccini monodose, specie l'antitetanica. Per costringere a una svolta ragionevole là dove invece regna l'occultamento totale e la radiazione di medici validissimi. Bisogna solo farlo, ma per farlo serve coraggio, coraggio che manca de tutto. Per ora, parole confuse, un'accozzaglia di non so cosa ( ringrazio per questo chiarimento ma avrebbe dovuto parare il ministro Grillo direttamente, non farlo fare a Lei). A ben notare sembra abbia paura. Resto dell'idea che se verranno a mancare i fatti, mancheranno anche tutti quelli che vi hanno votato,alla ricerca di giustizia e difesa dei propri diritti costituzionali.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. D'accordissimo.E' veramente una delusione vedere che ancora non si fa niente per cambiare una legge ingiusta come quella della Lorenzin e ne sono ancora più convinta quando vedo quello sguardo vuoto del mio nipotino dove prima c'era solarità e senza parlare delle altre cose peggiori che solo chi ha un figlio rovinato dai vaccini sa di cosa parlo e infatti vedo lo sconforto e la diperazione aumentare giorno per giorno in mia figlia e in suo marito dopo che stanno facendo l' impossibile per recuperare il più possibile il loro piccolo.

      Elimina
  11. Siamo alle solite, si discute sulla libertà degli individui, ma non si tiene conto che l'Uomo è un animale sociale, con tutti i limiti che oggi la società edonistica, porta a questo concetto, nel senso delle disponibilità individuali delle risorse. La verità non è un valore assoluto e ciascuno la gira a proprio vantaggio. E' la verità pirandelliana che da secoli disturba i filsofi. Vero però è che la collettività va difesa da epidemie che hanno decimato popolazioni sino a secolo scorso e in questo Ebola docet; quindi secondo i difensori dell'indifendibile, un tubercolotico potrebbe andare in giro e sputare dappertutto e baciare lingua in bocca le loro sorelle, unn malato di morbillo potrebbe liberamente circolare e prov vedere alla selezione della razza e cosi via. Io li ho vissuti i tempi dei superstiti dalla poli, storpi ed infelici, dei bimbi morti per le malattie santematiche con la disperazione dei genitori, e anche adulti contagiati e così via. siamo logici, non crediamo alle fantasie, ma a coloro che hanno studiato . I Fleming, i Sabin, i Curie e tanti ancora hanno lasciato risorse salvatrici, non vanifichiamo i loro eroici sacrifici.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Proprio Sabin insegna che i vaccini non sono infallibili!Bisognerebbe dire tutto e non ciò che conviene!Anche il vaccino dell'epatite B insegna,ma noi italiani sbandieriamo sani principi non andando mai in fondo alle cose!Utili per la società ma non infallibili e non privi di effetti avversi,andate a leggere i rapporti AIFA non solo quando i risultati sono comodi,anche quando sono scomodi!Se c'è un rischio bisogna scegliere liberamente!Questo non significa che non bisogna vaccinarsi significa che bisogna sapere la verità e fare una scelta consapevole!E non la verità che sentiamo in tv,è una vergogna che la scienza faccia indistintamente da padrona!1. perché si è perso un requisito fondamentale:fiducia medico paziente (non si può credere a chi omette),2.sentiamo e vediamo parlare gente con possibile conflitto di interesse parlano solo loro...tutti gli altri in silenzio....non credete se ne vada un po' di credibilità!3.Assistiamo ad una difesa costante della scienza,vorrei capire,il ruolo è quello di difendere la scienza a spada tratta e una determinata categoria di persone....o difendere i diritti dei cittadini?Il diritto alla salute? Anche la Corte costituzionale asserisce che non si può pretendere il sacrificio individuale per un bene collettivo....ma anche qui....dimentichiamo!È giusto che bisogna pensare anche al bene della società,ci mancherebbe,ma come si fa a scegliere quale sia la vita giusta da sacrificare?Il peggio è che adesso alla gente la scienza fa paura....ed hanno ragione visto come viene usata!La scienza è basata sul rigore e sul metodo scientifico,non esente da calcoli statistici e probabilistici,non è infallibile e deve essere un strumento usato per il bene della società,non per propaganda politica,non per schierare gli uni contro gli altri!Il perseguire il bene comune dovrebbe essere obbiettivo di tutti e non si fa terrorizzando e inventando epidemie di morbillo per emanare decreti legge,si fa mettendo avanti la verità,anche il fatto che possono esserci delle conseguenze,perché negarle? Chi ha delle perplessità deve essere accompagnato a fare una giusta scelta,non additato come se avesse la peste!Non considerato anti-scienza!Ed invece sembra di assistere ad una "caccia alle streghe",in nome di una scienza che ahimè dimentichiamo essere in mano agli uomini!

      Elimina
    2. Ma cosa c'entra Ebola con Varicella o Rosolia o Morbillo ?.assolutamente niente. Malattie che tutti abbiamo passato tranquillamente da piccoli ora vengono paragonate a Ebola o Polio, senza capire che il vaccino non immunizza per tutta la vita e certe malattie sono poi si pericolose prese da adulti cosa che ora sta accadendo sempre più frequentemente dato che l'altra percentuale di vaccinazioni ne ha spostato in la negli anni il contagio. E poi troppe menzogne vengono dette dal main stream per non capire che le cose non stanno come ci vengono propinate... La scienza, chissà come mai è scienza solo quella che dice che i vaccini sono sicuri e fanno solo bene mentre illustri medici/scienziati come il dott.Luc Montagnier che ha posizioni diverse non faccia parte della scienza, nonostante il suo premio Nobel per la medicina. Comunque come ho detto in altre occasioni la soluzione sarebbe semplicissima. Dato che l'immunizzazione tramite vaccino non dura tutta la vita allora renderei obbligatori 10 vaccini per l'intera popolazione, ad iniziare da medici, infermieri, parlamentari, scienziati vari e a seguire tutti gli altri. Potete scimmetterci che la visione del problema cambia radicalmente.

      Elimina
    3. Medici e infermieri per lavorare in molti reparti hanno l'obbligo di vaccinarsi. E lo fanno. E sono contenti di non ammalarsi e di non portare a casa dai propri figli malattie contagiose.

      Elimina
    4. Suppongo stiano lontani dai propri figli dalle 4 alle 6 settimane,così come indica il foglietto illustrativo e suppongo anche prendano questo tempo di ferie per evitare di trasmettere l'infezione a immunodepressi,neonati e malati oncologici.....e soprattutto come sono certi di non ammalarsi e di non essere dei "non responder"?Finiamola di dire cavolate,la salute è una cosa seria!

      Elimina
    5. Sono d'accordo con lei in tutto e per tutto.Anche quando ha commentato precedentemente su Sabin.Speriamo che il ministro della salute non ci deluda e si ricordi che si parla principalmente di bambini rovinati o di quelli che potrebberlo essere dai vaccini.

      Elimina
    6. Come sempre c'è qualcuno che tende a manipolare la realtà. Quando dico che andrebbero obbligati medici e infermieri a fare tutte e 10 le vaccinazioni intendo esattamente quelle che fanno i bambini. È ovvio che un medico o infermiere che lavora in reparti particolari, magari infettivi è obbligato a fare certi vaccini, ed è anche normale e logico, io però intendo tutti i medici, quelli da scrivania, quelli di base, i pediatri prima di tutti, cioè tutti quelli che sanno che hanno poche possibilità di contrarre malattie e anche dove fosse sarebbe cosa di poco conto. Ma poi come sempre la cosa palese è la facilità con cui le masse ancora oggi vengono manipolate. Fino a 1 anno fa, quando la tv non ne parlava nessuno si preoccupava dei bambini non vaccinati, ora che il sistema mediatico ne parla continuamente tutti hanno la sindrome da bambini novax... È inutile, la massa preferisce sempre demandare ad altri il proprio pensiero... senza speranza..

      Elimina
  12. Ma il post della lorenzin, ah no era la Grillo, lo avete letto? Ha tradito la fiducia di chi confidava in lei come medico e come ministro per sdraiarsi su posizioni che fino alle elezioni schifava. Serve onestà intellettuale: la grillo ha tradito o si é lasciata comprare. Tertium non datur

    RispondiElimina
  13. Un post in cui si afferma che "la medicina non ha statuto di scienza" ha lo stesso valore di un post scritto da un bambino di sei anni. Io non voglio farmi governare da bambini di sei anni.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Purtroppo per lei non si può che confermare che la Medicina non sia una scienza esatta

      Elimina
  14. signori vi ricordo che , fino a prova contraria, la "ministra" Grillo è un portavoce: voi create le parole e lei le trasformerà in voce :)

    RispondiElimina
  15. Se davvero si volesse tutelare i bambini, che non sono pecore, si farebbe magari qualche esame prevaccinale prima della somministrazione e se si volessero proteggere gli immunidepressi allora a scuola anche cuochi, inservienti ed insegnanti dovrebbero essere vaccinati; i bambini sottoposti a vaccini con virus vivo attenuato dovrebbero rispettare una quarantena di due settimane ( vedi bugiardino) e andrebbero fatti test anticorpali per verificare eventuali immunità naturali prima della somministrazione ( molto frequenti) e dopo la somministrazione per individuare eventuali non risponder. Questo sarebbe un modo serio di proporre le vaccinazioni, non "ti vaccino in ogni caso, sempre e comunque, senza precauzioni e poi dopo se non ha funzionato a noi non interessa". È questo modo di operare che suscita diffidenza e mi convince che siano tanti, troppi gli interessi in gioco....

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Verissimo, d'accordissimo,indignatissima e delusissima, speravo che il nuovo governo su questo argomento mantenesse fede a cio che aveva promesso.

      Elimina
  16. Non credo vi metterete mai contro le case farmaceutiche. Siete come tutti gli altri.

    RispondiElimina
  17. Chissà se potenziando la ricerca sul microbioma possiamo trovare nuove soluzioni.

    RispondiElimina
  18. Un 10/12% dei votanti 5s del marzo scorso, alle prossime europee 2019, se ne staranno a casa. Grazie dottoressa Grillo!

    RispondiElimina
  19. Un post manipolativo fatto ad hoc per menti deboli, dove tutto, con esempi assurdi, si mette in discussione.... adesso metteranno “OBBLIGATORIO” il sistema di avvertenza della presenza del bambino in macchina perché non succedano più le tragedie di questi anni con i bambini dimenticati sotto il sole ....
    Farete una battaglia per “LA LIBERTÀ DI SCELTA” anche per questo, magari dicendo che si vogliono favorire le LOBBY dei fabricanti di seggiolini per bambini, come avete fatto per i vaccini???????
    Siete delle sette di ciarlatani che con i cervelletti che vi ritrovate, rovinerete l’Italia !!....

    RispondiElimina
  20. Bambini
    NON somministri KONAKION a Bambini di Età Inferiore ad 1 ANNO . !
    ! ! ! ! MENTRE LO SOMMINISTRANO IN SALA PARTO AL NEONATO , APPENA NATO E ALLA MAMMA ! ! ! ! ! https://farmaci.agenziafarmaco.gov.it/aifa/servlet/PdfDownloadServlet?pdfFileName=footer_000108_008776_FI.pdf&retry=0&sys=m0b1l3

    RispondiElimina
  21. Questo commento è stato eliminato dall'autore.

    RispondiElimina
  22. Siete sconnessi con la logica. Avete bocciato la proroga di un anno per le scuole nel Milleproroghe facendo scassare dalle risate i ProVax soddisfatti per la vs decisione che vi ha fatto perdere tantissimi voti in un sol colpo. Oggi 12 settembre 2018 ben 13 bambini solo a Brescia sbattuti fuori da scuole materne....e tanti altri in altre città....
    riprendete il controllo della logica e attuate quanto scritto im questo post....
    Ogni volta però che Giulia Grillo parla secondo me perdete migliaia di voti....

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sottoscrivo, nei fatti si sta facendo il contrario di quello che si è detto.....e PROMESSO....e nella vita contano solo i fatti

      Elimina
  23. AVETE DELUSO MILIONI DI VOSTRI ELETTORI!
    Gli elettori storici del movimento gli si sono avvicinati e hanno aderito con entusiasmo, e lo hanno fatto crescere ascoltando per anni Grillo che denunciava la speculazione e i rischi dei vaccini... e poi quando finalmente vanno al governo la ministra (Grillo di cognome tra parentesi, quasi fosse una beffa!) invece di garantire il diritto alla libertà di scelta propone una legge perfino peggiore del Ddl Lorenzin!!!
    Quando ci si rende conto che il potere delle multinazionali riesce a sottomettere perfino chi fino al giorno prima lo denunciava non solo non si ha più fiducia nei 5S, ma anche nella stessa Democrazia.
    E non tirate in ballo la Scienza, o la salute, perchè sapete benissimo che qui si tratta di conflitti di interesse, corruzione, speculazione.
    Ci risponda ministro Grillo.
    PERCHE???

    RispondiElimina
  24. Finalmente il primo timido segnale in controtendenza dal 4 marzo 2018. Ma siccome di parole ne ha dette tante e contrastanti.....cara ministra, ora dimosti, unitamente a tutto il m5S, coerenza di scrivendo aacaratatteri cubitali nel DDL n.770: le vaccinazioni sono fornite con raccomandazione e nessuna obbligatorietà e coercizione.

    RispondiElimina
  25. Il 20/09/2018 il Comitato «Libertà di scelta» con la partecipazione di oltre 50 associazioni, ha presentato alla Camera dei Deputati la
    proposta di legge di iniziativa popolare “Sospensione dell’obbligo vaccinale per l’età
    evolutiva” (AC 1185).
    Il comitato promotore che ha tra i suoi membri e collaboratori medici, ricercatori, scienziati, magistrati e
    genitori, si sono spesi negli ultimi mesi nelle battaglie per la libertà di scelta in campo vaccinale
    ma anche come principio di libertà di scelta terapeutica e contro l’interferenza delle lobby
    industriali nell’orientamento delle scelte strategiche in materia sanitaria.
    Ad oggi non esiste in Italia alcuna indagine sui rapporti tra rischi e benefìci dei vaccini per il
    singolo, tenuto conto che ci si sottopone a vaccinazioni per malattie eradicate (come la poliomielite)
    o con incidenza bassissima – se non nulla, come il tetano – esponendosi a un rischio non calcolato
    di reazioni avverse, che possono portare anche a problematiche gravissime, sino a condurre alla
    morte.
    I dati statistici sulle reazioni avverse che vengono presi in considerazione a livello istituzionale
    non hanno alcun concreto valore statistico in quanto la vigilanza sui vaccini è affidata a quella che
    viene in gergo definitiva farmacovigilanza passiva ovvero si aspetta che i genitori del bambino
    vaccinato vadano spontaneamente a denunciare la reazione avversa riscontrata (più o meno grave)
    dopo la somministrazione o ci si affida alla buona volontà del medico che voglia riconoscerne la
    correlazione e promuovere gli atti per la segnalazione dell'evento. È chiaro che
    i data raccolti in base a questa metodologia sono assolutamente inattendibili e non coincidenti con
    la realtà delle reazioni avverse reali.
    La proposta di legge per la sospensione dell'obbligo vaccinale per l'età evolutiva" è
    stata assegnata dal 5 dicembre 2018 in sede Referente alla Commissione XII Affari sociali senza
    che risulti ad oggi promossa alcuna iniziativa per assicurare il rispetto del principio di sovranità popolare solennemente sancito
    dall’art. 1 e 71 della Costituzione.
    In nome del popolo italiano sia ripristinato il sacrosanto principio di sanità e giustizia: IN ASSENZA DI NECESSITÀ E URGENZA NESSUNA PERSONA SANA DEVE ESSERE SOTTOPOSTA A CURE PREVENTIVE CHE POSSONO COSTITUIRE UN GRAVE RISCHIO ALLA CURA DELLA SALUTE O DELLA VITA....ed i bambini in età evolutiva debbono essere i prima ad essere tutelati.

    RispondiElimina