martedì 16 ottobre 2018

Cause del calo del consenso del M5S (ricerca originale)


Diversi sondaggi hanno evidenziato una flessione del consenso elettorale del Movimento 5 Stelle tra le politiche del 4 marzo 2018 (oltre il 32 percento) e agosto/ottobre 2018 (circa il 26-28 percento): perché tale flessione?

Siamo convinti che il Movimento 5 Stelle stia facendo molto bene nella sua prima esperienza di governo e proprio per tale ragione abbiamo deciso di condurre una ricerca per cercare di comprendere le cause del calo del consenso del Movimento: in questo articolo esponiamo i nostri risultati.

Metodo (cenni). La ricerca che abbiamo condotto è di tipo essenzialmente qualitativo e si basa principalmente su due elementi: i) un esteso insieme di interviste di tipo semi-strutturato (cioè con alcune domande guida) a elettori del Movimento con garanzia dell’anonimato; ii) un’ampia ricognizione dei commenti  lasciati su Facebook da elettori del Movimento (da notare che non tutti i commenti che si leggono sui profili Facebook di esponenti del Movimento possono essere ricondotti con assoluta certezza a elettori del Movimento).

Per individuare la categoria “elettori del Movimento” (che rappresenta il nostro “universo” di riferimento) ci siamo basati sulle nostre conoscenze dirette delle persone e/o su una rapida ma attenta analisi dei profili Facebook.

Le nostre conclusioni, a rigore, devono considerarsi limitate al solo elettorato del Movimento 5 Stelle del Nord Italia (e in particolare di Lombardia, Veneto, Piemonte, Liguria), anche in considerazione del fatto che la quasi totalità delle interviste è stata condotta su residenti in regioni del Nord.

Per “cause” della flessione del consenso del Movimento intendiamo più precisamente delle “aree di criticità” che hanno determinato e/o potrebbero determinare una flessione del consenso: finalità della ricerca è stata precisamente quella di individuare e comprendere meglio tali aree di criticità.

Aree di criticità. Sono soltanto tre le aree di criticità individuate dalla nostra ricerca, le elenchiamo qui di seguito. Ciò ovviamente non significa che siano le uniche aree di criticità, ma sono tuttavia quelle che siamo stati in grado di intercettare con la nostra ricerca.

Vaccinazioni (criticità grave). Una parte che appare significativa dell’elettorato del Movimento 5 Stelle si aspettava un superamento rapido del decreto Lorenzin a favore della libertà di cura e del diritto all’istruzione. La nostra ricerca ha registrato un diffuso scontento nei confronti del ministro della salute Giulia Grillo.

L’insieme degli elettori del Movimento che valuta “non positivamente” quanto fatto sinora dalla Grillo in materia di vaccinazioni appare sostanzialmente diviso un due sottogruppi:
- un primo sottogruppo, nettamente maggioritario, conferma comunque la sua fiducia nel Movimento 5 Stelle (e talvolta anche nella stessa Grillo), ma si aspetta che nei prossimi mesi sia dato un chiaro e netto segnale in direzione della libertà di cura; all’interno di tale sottogruppo è presente l’idea che la Grillo, pur favorevole alla libertà di cura, stia subendo forti pressioni, in primo luogo dalla stessa burocrazia del suo ministero, per mantenere in Italia pesanti obblighi vaccinali;
- un secondo sottogruppo, minoritario, dichiara invece di non voler più votare per il Movimento 5 Stelle proprio a causa di quanto sinora non è stato fatto per contrastare il decreto Lorenzin.

I commenti, talvolta assai duri e in alcuni casi eccessivi, che si possono leggere sul profilo Facebook della Grillo in materia di vaccinazioni provengono da entrambi i due sottogruppi indicati.

Il tema delle vaccinazioni rappresenta una “criticità grave” in quanto è in grado di determinare la decisione di non votare più il Movimento, nel senso che anche gli elettori che al momento, pur critici nei confronti dell’operato della Grillo, confermano comunque la fiducia nel Movimento, affermano che potrebbero decidere di non votare più il Movimento se il decreto Lorenzin non verrà superato con una nuova normativa che rispetti diritto alla salute, libertà di cura e diritto all’istruzione.

Rapporti tra portavoce ed attivisti (criticità media). Gli attivisti del Movimento 5 Stelle, dai tempi dei Meetup, sono abituati a un rapporto diretto e paritario con i propri portavoce negli enti locali e nel parlamento; più in generale il coinvolgimento degli attivisti nella vita del Movimento è stato sempre assai marcato. All’interno dell’elettorato del Movimento, in misura abbastanza significativa, viene evidenziata l’importanza di mantenere tale rapporto diretto e tale coinvolgimento, come caratteristiche specifiche del Movimento, e si lamenta talvolta che le cose, al riguardo, siano cambiate, ossia che non ci sia più il rapporto diretto di un tempo e che anche il coinvolgimento degli attivisti si sia affievolito.

La percezione che gli attivisti non siano abbastanza coinvolti nelle attività e nelle decisioni dei portavoce appare condurre raramente di per sé alla decisione di non votare più il Movimento, tanto più che gli stessi critici riconoscono che l’impegno dei portavoce nella prima esperienza di governo possa in questa prima fase rendere non sempre agevole il coinvolgimento degli attivisti da parte dei portavoce; e tuttavia quando la percezione di uno scarso coinvolgimento degli attivisti da parte dei portavoce (o anche la percezione di un allontanamento di alcuni portavoce dalla base) si associa ad altri fattori di insoddisfazione, tale percezione diventa un fattore in grado di far allontanare l’elettore dal Movimento o di fargli valutare la possibilità in futuro di rivedere il proprio voto.

Immigrazione (criticità lieve). Tra gli elettori del Movimento 5 Stelle è presente una componente, che nella nostra ricerca è apparsa marginale, che ritiene non condivisibile e/o inaccettabile l’approccio di Matteo Salvini alla questione delle migrazioni. Il tema immigrazione è una criticità lieve sia perché appare poco diffusa tra l’elettorato del Movimento sia perché non in grado ordinariamente di indurre l’elettore a non votare più per il Movimento. Quello che si rimprovera a Salvini è un approccio troppo ristretto al tema delle migrazioni, mentre servirebbero politiche in grado di guardare al fenomeno nel suo complesso, a partire da una seria comprensione delle cause delle migrazioni; anche la c.d. “chiusura dei porti” non ha convinto tutti gli elettori del Movimento, per quanto sia comunemente riconosciuta la necessità di dare un segnale forte all’Europa sul fatto che l’Italia non possa essere abbandonata a se stessa nell’affrontare i flussi migratori dall’Africa.  

Conclusioni. Il tema delle vaccinazioni può determinare per il Movimento 5 Stelle una notevole perdita in termini di consenso e di fiducia dell’elettorato, ragion per cui i nostri portavoce in parlamento dovranno prestarvi particolare attenzione (il disegno di legge Patuanelli rappresenta una base di partenza che andrà sicuramente modificata in diversi punti). Al riguardo occorre però precisare, cosa che talvolta appare sfuggire all’elettorato più critico in materia, come il Movimento non sia una forza “no-vax” e tantomeno “contro le vaccinazioni”. Il Movimento, come chiarito in campagna elettorale, ritiene semplicemente che l’obbligatorietà delle vaccinazioni non debba in nessun caso ledere il diritto all’istruzione e che comunque, in generale, sia sempre da favorire la libertà di cura (quindi la raccomandazione e l’informazione) piuttosto che l’imposizione; si può dire che, in materia di vaccinazioni obbligatorie, l’obbiettivo dichiarato in campagna elettorale dal Movimento sia stato quello di un sostanziale ritorno al quadro normativo precedente il decreto Lorenzin, un periodo in cui erano obbligatorie alcune vaccinazioni (quattro per la precisione) e in cui il diritto all’istruzione è stato sempre rispettato.

La nostra ricerca ha poi evidenziato come l’elettorato del Movimento attribuisca una notevole importanza al legame diretto tra attivisti e portavoce e al fatto che gli attivisti siano coinvolti il più possibile nelle attività e nelle decisioni dei portavoce. Anche su tale aspetto i nostri portavoce dovranno prestare la massima attenzione: il rapporto con il territorio e con gli attivisti deve sempre essere valorizzato, gli attivisti devono sentire sempre la vicinanza degli eletti in parlamento. Sulla base delle nostre esperienze dirette, a noi pare che tale attenzione già ci sia, e tuttavia la nostra ricerca ha evidenziato qualche criticità al riguardo.

In relazione all’immigrazione, il Movimento dovrà dare al Paese e all’alleato di governo una visione più ampia e articolata del fenomeno, non centrata quasi esclusivamente sulla repressione e tantomeno sui proclami. Una visione della quale fa sicuramente parte un profilo di solidarietà che, se non vuol dire accogliere indiscriminatamente o favorire il business dell’accoglienza, vuol comunque dire massima attenzione e rispetto verso quella "persona umana" che è dietro le etichette “straniero”, “immigrato”, “irregolare” e via dicendo. Sembra questo il compito che gli attivisti attribuiscono al Movimento.  Non si può escludere che tale area di criticità sia stata sottostimata dalla nostra ricerca, essendo tale ricerca più centrata sull’elettorato del Nord.

Restiamo in contatto! Entra nel gruppo Facebook Osservatorio politico M5S (già oltre tremila membri)

67 commenti:

  1. Penso che l'obbligo vaccinale o terapeutico sia una violazione del diritto delle persone oltre che della nostra stessa costituzione. Vorrei anche specificare che non sono contro i vaccini ma contro l'obbligo. Per quanto riguarda Salvini penso che ha il coraggio di fare quello che ha promesso in campagna elettorale

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Quello che sta' accadendo a pochi mesi dalle elezioni è inaudito,non solo sono stati traditi tutti gli italiani che hanno votato affinchè questa ignobile coercizione terminasse ( oltre 150000 solo firmatari della proposta di legge di iniziativa popolare) ma anche tutti i bambini e ragazzi che si vedranno negare il diritto all' istruzione . E tutto questo ancora e ancora e ancora in nome del Dio denaro Vergogna Vergogna Vergogna. .....avete perso ogni credibilitá

      Elimina
    2. Il tradimento dei 5 stelle e' per me gravissimo! Che perdano pure consensi....che arrivino a zero.
      Avevano fatto intendere tutt' altro.zora hanno cio' che si meritano. Loro sono usciti dalle camere anziche votare contro il DL...anziche prendere pisizione con un no ! Da li ho capito che non erano dalla nostra parte. Vili e venditi. Anche loro fanno parte del vecchio sostema....ricordiamocelo

      Elimina
    3. Ragazzi, calma. Ho 2 figli non vaccinati con i relativi problemi. Abbiamo sbagliato noi. Avevo proposto ancora sett 2016: alla prima richiesta della scuola di ritirare (tutti, in tutta Italia) i figli da scuola e non dico non fare loro l'istruzione parentale. Sarebbe stato un effetto forte determinante. Per tornare al M5S, avranno mani legate per diversi motivi, non escluse le minacce e stanno prendendo tempo per cambiare le cose. Anche se hanno mancato in questo, per me alquanto grave, non togliero il voto. Non si cambia uno stato di 40 (per dire..) di corruzione in un anno o due.

      Elimina
  2. Ma ve lo chiedete anche???
    Gli elettori storici del movimento gli si sono avvicinati e hanno aderito con entusiasmo, e lo hanno fatto crescere ascoltando per anni Grillo che denunciava la speculazione e i rischi dei vaccini... e poi quando finalmente vanno al governo la ministra (Grillo di cognome tra parentesi, quasi fosse una beffa!) invece di garantire il diritto alla libertà di scelta propone una legge perfino peggiore del Ddl Lorenzin!!!
    Quando ci si rende conto che il potere delle multinazionali riesce a sottomettere perfino chi fino al giorno prima lo denunciava non solo non si ha più fiducia nei 5S, ma anche nella stessa Democrazia.
    E non tirate in ballo la Scienza, o la salute, perchè sapete benissimo che qui si tratta di conflitti di interesse, corruzione, speculazione.
    Ci risponda ministro Grillo.
    PERCHE???

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie per il suo commento. E continui a seguirci.

      Elimina
    2. Clorofilla non è la GRILLO la responsabile ma tutto lo staff dirigenziale Beppe Grillo lo ricordate nei suoi sciow nel 92 contro le case farmaceutiche, oggi Grillo Beppe,fa le promozioni a favore dei vaccini antinfluenzale, un inversione di rotta in testa il timoniere il massone Casaleggio.

      Elimina
  3. Aggiungete pure anche la Toscana.. Peccato, vi ho votato con la speranza di veder finalmente tutelati i danneggiati dai vaccini.. Non mantenere le promesse e premesse in materia vaccinale vi farà perdere il mio voto e quello di molti altri. Che delusione siete stati!! I Nas a scuola per verificare le certificazioni dei genitori sono stati una perla che non scorderemo mai.. Quella era l'urgenza in Italia? Organizzare e presenziare a un convegno con la Glaxo e invece rifiutare di ricevere e concedere l'aula ai rappresentanti di quasi 100.000 cittadini che si sono recati di persona nei propri comuni a firmare una proposta di legge di iniziativa popolare.. Questo è il vostro cambiamento? In peggio.. Peggio del PD

    RispondiElimina
  4. Credovo anch'io che da un Movimento come il vostro, che ha sempre vantato come elemento fondante la salvaguardia del cittadino e del più debole, ci si potesse aspettare una posizione coerente con quanto affermato prima delle elezioni in materia di libertà terapeutica e di libertà vaccinale. Ritengo disdicevole, ad esempio, l'intervento della Glasko in Parlamento; una multinazionale nota per le sue numerose mancanze, collusa e ripetutamente sanzionata livello internazionale non può a mio parere trovare tale appoggio dei rappresentanti di un governo Libero.

    RispondiElimina
  5. Il vostro doppiogioco sul tema vaccinale e relativa discriminazione di bambini SANI, xchè l'autocertificazione NON è servita a niente e lo sapevano tutti, ha rotto la vostra credibilità e questa caduta di fiducia ricardrà anche su altri fronti! avete voltato le spalle ai bambini e non per questioni di salute, questo è chiaro a molti! Dovevate mantenere la proposta Taverna Arrigoni invece di tradire genitori e bambini.

    RispondiElimina
  6. Il calo dei consensi è dovuto principalmente alla constatazione che il Movimento sta' attuando il cambiamento promesso il 4 marzo. ciò rappresenta un pericolo per chi vive a proprio aggio abituato a far fronte da solo con modi e metodi discutibili ma efficaci alle proprie necessità. Molti non accettano che le regole debbano essere cambiate o uguali per tutti perché hanno paura di perdere i loro privilegi e trasmettono la loro paura a chi è vicino.Il movimento deve essere nei bar nelle piazze a rispondere a comunicare cosa è il cambiamento che deve riguardare i nostri comportamenti a spiegare come intendiamo ristrutturare il mondo del lavoro che è alla base del reddito di cittadinanza.per recuperare il consenso abbiamo bisogno di dare risposte a ciò abbiamo fatto risposte che solo il tempo ci darà e dare indicazione su quello che faremo assieme a tutti. Io sono convinto che stiamo operando bene ma dobbiamo spiegare meglio le nostre intenzioni alla gente attraverso più incontri con i nostri rappresentanti eletti che devono diffondere alla base ogni provvedimento che intendono adottare magari consultandosi con essa prima di proporli coinvolgere il cittadino é il solo modo di avere consensi perché sono loro che contano.Abbiamo messo il popolo al posto che conta ora dobbiamo farli sentire che gli stiamo vicino.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. il cambiamento lo hanno fatto, ma di idea! Ci sono argomenti dove hanno detto sempre una cosa e ne stanno facendo un'altra. Questa non è paura del cambiamento, ma sicurezza che siamo alle solite.
      Per i vaccini dicevano a settembre tutti a scuola, io vedo molti bambini espulsi, potevano cambiare confermando alla camera quanto deciso in senato e non l'hanno fatto. chi vuol vedere vede!

      Elimina
    2. Mio figlio é fuori! Appena si sale sul trono si diventa come Renzi. .

      Elimina
    3. Abbiamo messo il popolo al posto che conta, ora dobbiamo farli sentire che gli stiamo vicino? Ma sei convinto veramente di quello che scrivi o lo fai in senso ironico? Chi è che ha messo chi al posto che conta? Cioè, intendi dire che i 5* hanno messo il popolo da qualche parte o che glielo hanno messo da qualche parte? Vi sentite legittimati a fare quello che volete perché siete stati eletti dal popolo? Occhio perché se ti illudi di tradirlo, il popolo, ti risbatte da dove sei venuto!

      Elimina
  7. Questo commento è stato eliminato dall'autore.

    RispondiElimina
  8. Secondo me, dovete inserire l' Emilia- Romagna. Molti, come me, sono rimasti mooolto delusi in merito al tema dei vaccini. Io non sono contro i vaccini ma contro l' obbligatorietà e contro tutte le dinamiche assurde viste e ascoltate in questo periodo.

    RispondiElimina
  9. Il discorso vaccini è delicato: da una parte la necessità di lasciare libera scelta nella cura, dall'altra quella di tutelare i propri figli e, di conseguenza, quelli degli altri. Ho passato da un pezzo la 50na, ricordo che anche per noi figli degli anni 60 e 70, alcuni vaccini erano obbligatori (l'antipolio su tutti), ma quelli per le cosiddette "esantematiche" o non esistevano, oppure erano disponibili solo su espressa richiesta! Oggi, purtroppo, alcuni virus tornano ad essere di larga diffusione, derivante anche - non solo e non esclusivamente - dall'aumento del flusso migratorio di popolazioni straniere che, nella loro storia, non hanno mai avuto una completa ed adeguata profilassi sanitaria con le complicanze che ne derivano! I vaccini quindi, se servono per tutelarci anche da questa situazione - ammesso e non concesso che effettivamente se ne senta la necessità - sono un "rimedio" quasi ineludibile! Ho personalmente conosciuto un "ragazzino" di 14 anni morto di varicella e questa esperienza diretta ha in qualche modo minato la mia avversione al vaccino obbligatorio...

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Comunque non è vietato vaccinarsi per la varicella: il vaccino è offerto attivamente e gratuitamente, a che serve l'obbligo? Ci sono molti genitori che percorrono altre strade, efficacissime, per prevenire le malattie e rinforzare le difese immunitarie. Non dimentichiamo la lettera aperta di 120 e più illustri pediatri che afferma che i bambini non vaccinati sono più sani: le invio un link risalente all'epoca in cui la stampa certe cose poteva ancora scriverle: https://www.quotidiano.net/cronaca/vaccini-medici-contrari-1.1429559
      Oggi i primi firmatari di questa lettera sono stati tutti radiati.

      Elimina
    2. Questo commento è stato eliminato dall'autore.

      Elimina
  10. Sui vaccini il m5s si è rimangiato le promesse fatte in campagna elettorale. La Grillo cosa si aspettava? Gli applausi. I consensi caleranno ancora perché come me molti elettori votavano m5s per le posizioni a difesa dell'ambiente. Ilva sempre aperta. Tap in cantiere, tav sempre in moto. Fanghi di depurazione nel decreto Genova...... Io non voto davvero più il movimento.

    RispondiElimina
  11. Il cambiamento c'è... Fatto solo da proposte... I fatti quando? Prima delle prossime votazioni??

    RispondiElimina
  12. l'obbligatorietà dei vaccini in età pediatrica è un paradosso scientifico visto che il picco dell'epidemia più grave di morbillo si è avuto ad aprile 2017 e ha colpito ogni 250.000 persone quindi un'epidemia molto poco epidemica e il 70% erano adulti, il 10% neonati non vaccinabili. per cui semmai bisognerebbe obbligare gli adulti a vaccinarsi. molti dei vaccini dell'obbligo non danno nessuna copertura di gregge come per il tetano, la difterite, la pertosse, (il morbillo e la parotite se non si vaccinano appunto gli adulti) per cui deve pure finire la bufala che chi si vaccina protegge gli altri. vaccinarsi è una libera e corretta scelta per proteggersi personalmente. l'obbligo è una assurdità, un paradosso e la Grillo sta facendo una pessima figura, non a caso si è cancellata dall'ordine dei medici perchè io da una così non ci andrei mai nemmeno a curarmi un'influenza, è sicuramente poco competente. Allora meglio la Lorenzin, almeno da lei sapevamo che potesse essere una incompetente come era

    RispondiElimina
    Risposte
    1. concordo con molto di quello che ha segnalato. Avrei un dubbio, non sò se Lei possa essermi d'aiuto. Sono convinto che se la madre di un infante, nella sua infanzia, avesse contratto il morbillo, gli anticorpi che essa possiede li trasmetterebbe tramite un allattamento al proprio figlio. Mentre ero convinto che se non avesse fatto il morbillo ma fosse stata vaccinata, ciò non succederebbe. Ieri in un post ho letto che i piccoli, sotto i dodici mesi, potrebbero (?) essere protetti dal morbillo, se la madre si fosse fatta vaccinare. Non dice a quale età? Magari 1 o 2 anni prima del concepimento. Grazie un saluto da angelo - milano

      Elimina
  13. La retromarcia sui vaccini è stata gravissima. In Puglia ci stiamo abituando alle retromarce del M5S: prima Ilva, poi TAP. Ma almeno su queste due vi era qualcosa di sensato sull'altro piatto della bilancia. Sui vaccini non è stata data nessuna spiegazione sensata, è apparsa solo come paura di decidere e di andare contro l'opinione dominante.

    RispondiElimina
  14. Buongiorno, trovo che un aspetto criticabile sia proprio la discordanza tra le affermazioni del Ministro Grillo prima e dopo l'incarico di governo. Per chi si è documentato sull'argomento ciò è spiegabile solo con un allineamento con logiche di potere verso le quali Movimento si è sempre proposto come alternativa. Io non sono tra quelli che ci hanno creduto comunque.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Anche io non c'ho mai creduto. Ma ho votato lo stesso cinque stelle perchè volevo dare fiducia e perché salvini mi sembrava "troppo". Mi sono fortemente pentita di questa scelta e tornando indietro voterei senza dubbio salvini.

      Elimina
  15. Confermo in pieno, da ex elettore M5S, la criticità del tema vaccini. Il nuovo ddl in discussione in commissione è MOLTO PEGGIO della Lorenzin, allarga l'obbligo a qualsiasi vaccino e a qualsiasi età.

    Oltretutto, quel che è peggio, sancisce la resa definitiva della politica alla tecnocrazia: è un grimaldello per far fare ai tecnici non eletti dell'ISS quello che vogliono, eludendo Parlamento e Costituzione.

    Oggi il grande tema è: potere al popolo o alle oligarchie/burocrazie/multinaziinali? Sui vaccini, M5S si è schierato completamente dalla parte dei secondi, il che è assurdo, li abbiamo votati proprio perché facessero tornare protagonisti i cittadini!!!
    Molti elettori M5S hanno capito che solo la Lega li può proteggere, e quando i bambini di tutte le età saranno buttati fuori da scuola, e gli adulti perderanno il lavoro, magari solo per aver rifiutato l'ennesimo vaccino antinfluenzale o antiraffreddore, il M5S non esisterà più, com'è giusto.

    RispondiElimina
  16. Siete stati il partito Delle contraddizioni e dei paradossi. Avevo risposto in voi piena fiducia. Adesso non solo la fiducia è venuta a mancare ma e' cresciuta in me la consapevolezza che i personaggi politici sono marionette. Votare non ha senso. Non solo voi.....

    RispondiElimina
  17. sono contento che molti si allontanino dai 5* con la "sana" motivazione dei vaccini....tanto falsa quanto strumentale.....da sempre i 5* non hanno fatto parte della categoria no-vax....ma hanno sempre osteggiato l'obbligatorietà delle vaccinazioni.....ero convinto che chi aveva votato il movimento...lo avesse fatto con il chiaro motivi di staccare con la vecchia politica....ovviamente mi ero sbagliato dal momento che si evince che una grossa parte voterà ancora la vecchia politica perchè finalmente eliminer le obbligatorietà che aveva inserito per i vaccini.....spero che i 5* perdano ancora molti di questi consensi....perchè ovviamente la colpa è loro che non sono no-vax.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Il no VAX , non c'entra niente. Qui si parla di terapia con obbligo, terapia che ha reazioni avverse documentate, terapia che esclude bambini da scuola per le paure dei genitori. I no VAX fanno domande precise alle ASL e pediatri e la loro risposta è solo " i vaccini non hanno controindicazioni". Raccontarlo a chi ha visto morire il bimbo a poche ore dalla vaccinazione ed ha il riconoscimento .raccontate lo ai militari controllati con il progetto sigmun .. Chi non legge pensa che i novax siano invasati creduloni da combattere .lo stesso che pensavano dei neri durante l'apartheid.

      Elimina
  18. Per mio conto ho votato per un cambiamento relativo alle vaccinazioni e credevo nella Grillo che in fondo si è dimostrata come tutti gli altri:prometto per ottenere voti, poi faccio ciò che voglio!
    Cosa dire: l'ennesima presa in giro e un plauso a qs dottore-ministro-e futura mamma!

    RispondiElimina
  19. Sono proprio delusa dei 5S.La legge Lorenzin doveva essere subito superata. Le promesse fatte vanno mantenute, altrimenti è solo propaganda! Ci avete lasciato in balia delle libere interpretazioni di Asl e dirigenti scolastici. Per non parlare poi delle successive circolari che avrebbero dovuto chiarire la situazione e invece non hanno fatto altro che creare ancora più confusione, circolare poi che avrebbe dovuto chiarire e permettere la continuità scolastica ed invece non ha chiarito nulla! Salvini? Lui va avanti come un carro armato, è così che si deve fare in politica! Chapeau

    RispondiElimina
  20. Cosi come il pd vi accorgerete d i quanto sia pesante l'argomento della liberta di scelta violata.... Alle prox elezioni andrete ad elemosinare appoggi da pd e affini.... Governo del TRADIMENTO, altro che cambiamento... Questo siete...

    RispondiElimina
  21. Facevo parte degli amici di Beppe Grillo già nel 2006 e alle scorse parlamentarie sono stato bollato dal ducetto come “approfittatore”, “arrivista” “disonesto”, ecc. nonostante non mi fossi mai candidato in vita mia.

    Quindi so BENE di cosa parlo.

    Tra le principali cause dell’eventuale calo M5S è la totale perdita del propulsore dato dall’energia di quell’elettorato, fatto anche soltanto da simpatizzanti, che si era alzato dalla poltrona o che era stato catalizzato dal M5S agglomerando attivisti indipendenti o associativismo già presente che aveva riconosciuto nel M5S un denominatore comune.

    Questo quid aveva prodotto gruppi di PERSONE motivate da passione e caratterizzate da competenze, spesso spiccate, che aveva auspicato la creazione di gruppi di lavoro e di studio a supporto dei portavoce (che portavoce non sono più) in tutte le materie socio politiche: economia, medicina, scienze, giurisprudenza, politica, etica, ecc.

    Tutti gruppi che operavano gratuitamente e che sono stati fatti chiudere o ignorati, spesso dopo averne sfruttato i benefici del loro lavoro.

    Questi gruppi sono stati sostituiti con un elettorato passivo e mutevole a seconda dell’umore, del sentimento e della percezione tattile dei propri interessi.

    Il risultato finale è che alla lunga in Veneto si sia ritenuto più credibile un partito come la Lega che sta menando le danze e appare più solido e credibile, oltre ad avere la doppia opzione M5S-CDX per restare in sella una ulteriore legislatura e protrarre più a lungo un disegno politico.

    Inoltre la (in)competenza sta pagando, come i suddetti gruppi hanno ammonito durante le origini del MoV.

    Questo difetto se nel 2013 era ascrivibile ai meetup, nel 2004, che ha fatto registrare un evidente calo (che viene evidenziato nelle chat sia da alcuni portavoce della prima ondata, che da attivisti addentro al M5S romano e da osservatori ed insider vari) è stato tutto voluto dal vertice che Gianroberto avrebbe impedito di esistere.

    Il M5S si è volutamente privato del fascino dato da quella carica che lo distingueva e che lo metteva nelle condizioni di sopperire alle lacune organizzative e di altra natura.

    Ha perso il radicamento che si era costruito a totale spesa degli attivisti (quelli veri) che avevano infuso credibilità ed genuinità presso la popolazione traghettando il MoV dallo sberleffo della massa a forza politica credibile.

    Tutto tradito dalla pratica parlamentare

    E questi sono soltanto alcuni dei motivi.

    RispondiElimina
  22. Sarà difficile x voi recuperare consensi dopo il totale cambio di direzone sulle vaccinazioni, invitando addirittura in parlamento uno dei big della farmaceutica come la GSK, protagonista di episodi di corruzione mastodontici a livello planetario. Cospargetevi il capo di cenere, tirate fuori l'umiltà che vi è dovuta e prendete in mano le 100.000 firme della legge di inizoatva popolare se non volete distruggervi del tutto.

    RispondiElimina
  23. La questione vaccini va risolta in maniera diversa se i 5stelle non vogliono perdere una grande fetta di elettorato. Se i vaccini fossero a rischio 0 tutti li farebbero senza problemi. Ma dato che il rischio c'è e una legge dello stato la 210/92 lo dice chiaramente, non può e non deve esserci obbligo. Il mio voto sarà uno di quelli che andrà altrove se passerà il Ddl così come è.

    RispondiElimina
  24. Cari 5stelle,ancora una volta mi vergogno di aver esultato per la vostra vittoria. La ritenevo anche una mia vittoria, avendo condiviso con voi gran parte del programma del cambiamento ma ora cosa è rimasto di tutto quello che è stato detto in campagna elettorale? Parole al vento! Abolizione della legge Lorenzin? Neanche l'ombra! Diritto di libertà terapeutica? Studi realmente indipendenti e di lungo periodo che dimostrino l'efficacia dei vaccini? Produzione di vaccini puliti? Corretta comunicazione su rischio/opportunità? Voce, e non bavaglio, anche a chi è contrario? Si sta abolendo la democrazia a favore dei poteri forti di Big pharma! State mettendo un altro importante tassello per l'abolizione del potere del popolo a favore di interessi economici! Come se non bastasse ora che cosa legalizzate? Lo spargimento di idrocarburi cancerogeni su terreni agricoli...altro che Vaccini per salvare vite, ne mettete a rischio di tumori migliaia!! CHE DELUSIONE...

    RispondiElimina
  25. Vi ho votato sperando in un cambiamento della politica sanitaria, con focus in particolare sull'argomento vaccini. La toppa da voi proposta (Ddl Patuanelli) è di gran lunga peggio del buco (la già orribile legge lorenzin - la minuscola è voluta). C'è una sostanziale differenza tra "no obbligo" e "obbligo flessibile". Governo del cambiamento? si, ma del cambiamento di opinione!!! Peccato, un'occasione per fare meglio sprecata - bastava davvero poco, visti i precedenti. A mai più rivotarvi.

    RispondiElimina
  26. Una grande delusione, Giulia Grillo quando era all'opposizione denunciava i fatti reali e ora che è al governo fa entrare la glaxo, industria farmaceutica pluricondannata a livello internazionale, in senato. Mi aspettavo come promesso dalla Grillo un equipe di tecnici indipendenti per verificare finalmente l'efficacia e la sicurezza di questi vaccini. Spero quindi che almeno l'obbligo Venga tolto e in fretta...Spero di potervi votare ancora Movimento 5 stelle.

    RispondiElimina
  27. Beh, almeno ve ne siete accorti. Le cosa sono due: o i cinque stelle hanno mentito in campagna elettorale, oppure abbiamo preso un abbaglio collettivo. Molto grosso. Sta di fatto che in entrambi i casi so di aver sbagliato a votare i cinque stelle per la questione vaccini. Questo è sicuro .

    RispondiElimina
  28. Con i vaccini avete fallito!!!

    RispondiElimina
  29. Con il tradimento vergognoso riguardo la legge lorenzin avete perso la faccia e i voti. Compreso il mio.

    RispondiElimina
  30. Buongiorno, vi ho votato da sempre ma ora , al governo, se diventate come gli altri finisce qua!....mantenete le promesse , fra le tante cose segnalo la libertà vaccinale,la legge sul consumo di suolo ed l’enorme problema smog delle citta’(iniziamo almeno ad affrontarlo)

    RispondiElimina
  31. Tutti noi sul tema della profilassi vaccinali abbiamo constatato che appena varcata la soglia del Ministero è stata innestata la retromarcia. Si è consumato un violento tradimento elettorale che lascerà un solco profondo. Ma per quel che è peggio, avete fatto strame di quella "trasparenza" all'insegna della quale avreste dovuto aprire le istituzioni come una scatola di tonno. Sulla vaccinazione è calata una cortina omertosa, le promesse - tante e forti - sono state cancellate, dimenticate. I principi ispiratori soffocati all'insegna di qualche pressione più forte di cui non si vuole dare conto. Paola Taverna è stata messa a tacere, Barillari costretto ad una sorta di abiura. Così il Movimento degrada un PD qualsiasi, e non c'è più alcuna ragione per votarlo

    RispondiElimina
  32. Il decreto Lorenzin va ABROGATO, non "superato" (e pure il peggio).

    RispondiElimina
  33. Di fatto il ministro Grillo ha fatto ciò che il ministro Lorenzin nin ha avuto il coraggio di fare: mettere le basi per la vaccinazione obbligatoria a tutta la popolazione (se ritiene che un Trentino siamo di fronte a un epidemia, tale aspetto è evidente avendo legato l'obbligo vaccinale al concetto stesso di epidemia liberamente interpretabile), presentare un tssto di legge in commissione redigente senza discussione in parlamento (per fortuna la sotuazione è cambiata) e effettuando ispezioni da parte dei NAS nelle scuole per le autocertificazioni (questo potrebbe anche essere corretto però di fatto la Lorenzin non aveva messo in atto questi controlli). Da una persona che ha seguito i lavori della commissione sull'uranio impoverito e ha visto gli esiti emersi sui vaccini, mi sarei aspettato ben altre iniziative

    RispondiElimina
  34. Avete tradito le aspettative su quasi tutti i fronti ma in particolar modo sui vaccini che sono sostanze altamente tossiche! Dovreste vergognarvi vi siete messi alla pari con i criminali vaccinatori della Glaxo (GSK) che avete permesso di entrare in senato x loro propaganda sui vaccini...

    RispondiElimina
  35. Non si fa così, si fanno proclami sulla libertà di sceta e poi tutto peggio di prima...

    RispondiElimina
  36. Oggettivamente la delusione e’ molta. Vengono chieste le dimissioni del ministro GIULIA GRILLO da migliaia di persone e quasi tutti elettori del M5S. Il voltagabbana della”ministra” non e’ un’invenzione e’ scritto nero su bianco su giornali e video ove GIULIA GRILLO rivendicava la non obbligatorieta’ dei vaccini e la liberta’ di terapia e’ evidentissimo !!
    Gli ultimi eventi con l’ingresso di GLAXO dei palazzi politici (non e’ dato a sapere perche’ ma pare abbia barattato i soldi per il reddito di cittadinanza) e la discussione della legge 770 che se analizzata bene e’ DEVASTANTE e da uno strumento in mano ad alcuni soggetti che a piacimento, NON IN BASE CERTO DI DATI OGGETTIVI, di vaccinare tutta la popolazione fa traboccare il vaso.
    Tutti si stanno preoccupando per la proposta 770, e il malumore e la sete di vendetta cresce sempre di piu’.
    Come elettore, e molti altri che vi hanno votato, mi auguro che questo governo crolli il prima possibile, e vi sta’ classificando con EX Piddini con la banderia a 5 stelle.
    NON E’ CERTO una MINISTRA DEL POPOLO la sig.ra GIULIA GRILLO che ti banna ed esclude dai social se chiedi spiegazioni o se esprimi la tua opinione.
    A fine Novembre questo governo cadra’ e ce lo auguriamo tutti noi elettori dei 5 stelle che vi abbiamo votato credendovi persone COERENTI E VERITIERE.

    Federico

    RispondiElimina
  37. Solo quando il tema vaccini verrà trattato seriamente, affrontando i rischi di questo trattamento e riconoscendo chi ne è stato già danneggiato allora ri avrete la mia fiducia Ad oggi mi risultate addirittura peggio del precedente ministero della salute.

    RispondiElimina
  38. Condivido, tante promesse e non si prende posizione, per quanto mi riguarda se non ci sarà un cambiamento al dl Lorenzin (in meglio non in peggio come si prospetta) questo era l'ultimo voto in assoluto, non credo più a nessuno.

    RispondiElimina
  39. Se foste un movimento serio, che parte dal basso e da' voce al basso, dovreste leggere attentamente questa montagna di commenti sull'obbligo vaccinale, interrogarvi seriamente su chi volete essere, e cambiare radicalmente posizione. Se non lo farete, questa montagna di commenti, di persone, di voti, seppellirà il movimento con tutte le sue balle.

    RispondiElimina
  40. Mi spiace che ci sia stato un volta faccia rispetto a quanto predicato in campagna elettorale. Le vaccinazioni erano un punto fondamentale . Predicavate la libertà di scelta. Arrivati al governo cambia tutto.!!! Ma che potere ha l'industria farmaceutica da condizionare principi ,idee da far dubitare dell' onestà della persona ?

    RispondiElimina
  41. Diciamo che non rispettare quanto promesso sui vaccini e aver difficoltà
    a riconoscere la base di attivisti e simpatizzanti sono frutto di una incapacità di pensare realmente a realizzare un bacino di cittadini che si riconoscono in una democrazia diretta che è tesa ad acquisire maggiori responsabilità personali
    sulla cosa pubblica.

    RispondiElimina
  42. Lo studio mi pare molto approssimativo e autoconsolatorio. I problemi reali sono ben altri. Innanzitutto la selezione di una valida classe dirigente non solo per la parte politica ma anche gestionale (partecipate, controllate, ecc.)
    In secondo una scarsa rappresentatività reale dei portavoce in parlamento e in Regione. Da quando il M5S è al governo nel cuneese si è in attesa di risposte chiare e puntuali su problemi del territorio (autostrada AT CN, riapertura tribunali, traforo del tenda, ospedale di Verduno, trasporto ferroviario, finanze comunali, crisi aziendali e tanto altro) ma nonostante l'impegno di alcuni eletti locali il silenzio è assordante. Ministro e parlamentare devono essere presenti e confrontarsi sui temi del territorio, altrimenti il prosdimo maggio sarà un bagno di sangue ...

    RispondiElimina
  43. Non voterò più il movimento 5s per le politiche vaccinali aberranti del ministro Grillo che è riuscita a fare persino peggio del suo predecessore Lorenzin

    RispondiElimina
  44. Facile riflessioni...Monopoli (BARI,PUGLIA) Votazioni nazionali 4 gruppi locali 12.802..Viene scelto uno dei gruppi per le comunali senza riunire i gruppi da parte ""con totale indifferenza"" degli stessi onorevoli e senatori ormai in carica.. IL GRUPPO SCELTO PER LE POLITICHE LOCALI Oltre a presentarsi con un gruppo familiare prendono 1.800 voti. Perche non hanno voluto un dialogo con gli altri tre gruppi??? Oggi anche loro divisi… Si continua ancora oggi a voler riunire i tanti attivisti curiosi ma purtroppo senza esiti.. Come bisogna comportarsi???Sapreste rispondermi...

    RispondiElimina
  45. Anche prima Delle elezioni i sondaggi ci davano al 26% e poi guardate com'è andata a finire 😂😂😂

    RispondiElimina
  46. Calo dei 5S?
    - in 5 mesi non è stato annullato nessun obbligo vaccini
    - troppa vicinanza di una parte del movimento ad idee PD
    - Salvini forse fa poco per volta, ma è coerente coin impegni presi e da una risposta precisa e FORTE

    I sostenitori di questo governo auspiucano:
    - nessun obbligo vaccini di nessun tipo
    - no global compact
    - espulsione dei 600000 clandestini
    - chiusura dei porti e delle frontiere a nuovi arrivi
    - gli stranieri che: non pagano le tasse, commettono reati devono essere espulsi
    - lotta alla mafia e corruzione come state facendo
    - forte incentivazione delle alternative
    - stop a questo tracciato del TAV TORINO Lione

    RispondiElimina